Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 23 di 23

Discussione: Delucidazioni sulla razza

  1. #21
    Senior Member

    User Info Menu

    ahahahah, ora che mi ci hai fatto pensare, su uno dei tuoi messaggi precedenti avevi fatto un accenno sul mastino napoletano, un paio di anni fa uno sul nostro paese se lo era preso per avere un cane da guardia, una volta sono entrati i ladri, e oltre alle cose preziose gli hanno rubato... anche il mastino..... ma ti rendi conto come è andato a finire il maximum dog di roma.....

  2. #22
    Senior Member

    User Info Menu

    Vivo in un paesino della Sardegna, in cui l'attività della pastorizia è ancora molto importante. Le pecore trascorrono molto tempo all'aperto. Dalle mie parti non esistono predatori "naturali" come il lupo (assente da sempre dal novero della fauna sarda); l'animale più pericoloso per gli agnelli era la volpe, fintantochè non sono comparsi all'orizzonte i famigerati branchi di cani rinselvatichiti, incontro da non augurarsi neppure per l'uomo. In ogni caso, il problema degli allevatori era ed è soprattutto l'abigeato, opera di umani e non di animali, o le stragi consumate "per dispetto e/o vendetta e sempre opera di umani. Ergo: mentre prima le pecore erano affidate a conduttori, generalmente bastardi di tipo lupoide e taglia media, molto intelligenti, adesso i pastori preferiscono i guardiani, due in particolare: il pastore maremmano e l'autoctono cane di Fonni animale rustico, irsuto, di taglia medio-grande, somiglia vagamente a uno schnautzer e ha un carattere tostissimo: in un cortile dove monta la guardia un fonnese tranquilli che non entra nessuno. Questi animali furono perfino "arruolati" nella gloriosa Brigata Sassari durante la Prima guerra mondiale e usati come portaordini o cani da assalto,il che la dice lunga. In famiglia, sono dolci e affettuosi. Anche il maremmano, da difensore del gregge, può riciclarsi in incorruttibile guardiano. E' altresì un animale molto bello e, forse perchè ancora poco manipolato da allevatori privi di scrupoli, anche rustico, sano e longevo, per un cane della sua taglia. Conoscevo una femmina che è morta a 16 anni.

  3. #23
    Junior Member

    User Info Menu

    Ciao Alessandro,

    Mi dispiace molto per la perdita del tuo amato cane. È sempre difficile dire addio a un amico così caro, ma sono sicuro che troverai un nuovo compagno che porterà gioia e protezione alla tua famiglia.

    Per quanto riguarda la tua ricerca di un nuovo cane, il Tibetan Mastiff potrebbe effettivamente essere una buona scelta per le tue esigenze. Questa razza è nota per essere un eccellente guardiano, con un forte istinto protettivo e una grande lealtà verso la famiglia. Ecco alcune considerazioni su questa razza:

    1. Caratteristiche del Tibetan Mastiff
    Furia e Protezione: Il Tibetan Mastiff è famoso per la sua natura protettiva. Sono naturalmente diffidenti verso gli estranei e possono essere molto territoriali. Questo li rende eccellenti cani da guardia. La loro presenza imponente e il loro comportamento deciso scoraggiano facilmente gli intrusi.

    Dolcezza e Affetto: Nonostante la loro natura protettiva, i Tibetan Mastiff sono anche molto affettuosi e leali con i loro familiari. Amano essere coccolati e sono noti per legarsi profondamente ai loro proprietari. Sono particolarmente pazienti e gentili con i bambini, rendendoli ottimi cani di famiglia.

    2. Selezione di un Allevamento Serio
    È fondamentale scegliere un allevamento che selezioni i cani per il carattere e la salute piuttosto che per l'estetica. Cerca allevatori che abbiano esperienza con la razza e che possano fornire referenze. Puoi anche chiedere consigli a club di razza o associazioni cinofile che si occupano specificamente di Tibetan Mastiff.

    Considerazioni Finali
    Formazione e Socializzazione: Assicurati di dedicare tempo alla formazione e alla socializzazione del tuo nuovo cucciolo. Questo aiuterà a garantire che cresca equilibrato e ben adattato.

    Condizioni di Vita: Il Tibetan Mastiff è un cane che ha bisogno di spazio per muoversi e di una famiglia che possa dedicargli tempo e attenzione. Il tuo parco di 9.000 metri sembra l'ambiente ideale.

    Adattamento alla Solitudine: Dal momento che la tua femmina attuale non è abituata a stare da sola, potrebbe essere utile introdurre il nuovo cucciolo gradualmente e assicurarti che abbia un supporto emotivo durante i primi giorni.

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Discussioni Simili

  1. American Akita ex GCG:chiacchiere sulla razza
    Di masutti elisa nel forum AKITA INU E AKITA AMERICANO
    Risposte: 1620
    Ultimo Messaggio: 10-10-11, 11:24 AM
  2. dubbio sulla razza
    Di KarMa nel forum LE RAZZE
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-09-11, 07:44 PM
  3. Dubbio sulla razza del mio cane
    Di MaYaM79 nel forum LE RAZZE
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-09-08, 09:38 AM
  4. Un consiglio sulla razza da scegliere
    Di Ginevrina nel forum I GATTI
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 13-02-07, 03:50 PM
  5. Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 01-08-06, 06:30 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •